Massafra, il racconto sconvolgente della testimone oculare: "Gocciolava sangue dal mento"

Un evento incredibile ha scosso la tranquilla vita di Massafra, un piccolo comune in Puglia. Un presunto miracolo ha lasciato la comunità in subbuglio: la statua della Madonna che, secondo una testimonianza, avrebbe pianto lacrime di sangue. Questo fenomeno eccezionale riporta alla memoria il caso della Madonna di Civitavecchia e solleva dubbi e domande circa la sua autenticità.

La notizia ha fatto il giro del paese durante la diretta di Rai 1, nel programma Storie Italiane guidato da Eleonora Daniele. Il team del programma ha intervistato la donna che sostiene di aver assistito al miracolo mentre passeggiava con suo figlio. La sua testimonianza è molto toccante: "Stavamo passeggiando io e mio figlio. Il bambino mi ha detto, 'Mamma, perché non saluti la Madonna?' indicando la statua di fronte a noi. Ho guardato e ho visto la Madonna piangere. Il suo volto era bagnato e le gocce scendevano sotto il mento. Sono rimasta allarmata e ho chiamato altre persone in chiesa. Quella sera c'era molta confusione e non riuscivo a capire nulla", ha raccontato la donna, visibilmente commossa.

Il parroco e il fazzoletto delle lacrime

Fino a poco tempo fa, il fazzoletto utilizzato dai fedeli per asciugare le lacrime della Madonna era ancora in possesso del parroco, don Michele. Anche lui, nonostante cerchi di mantenere la calma in città e non gridare subito al miracolo, si è mostrato confuso: "Non capisco cosa la Madonna ci stia comunicando e perché ci abbia inviato questo segnale", ha dichiarato durante l'intervista su Rai 1.

Questo caso ha sollevato molte perplessità, ma nello stesso tempo ha anche rafforzato la speranza dei fedeli. Al momento non è chiaro se saranno effettuate analisi e indagini sulla statua della Madonna di Massafra per verifica. Nel frattempo, nel comune pugliese si diffonde la voce del miracolo e si dice che presto inizieranno ad arrivare fedeli da altre regioni italiane.

La storia della Madonna che piange sangue a Massafra fa il giro d'Italia

La storia della Madonna che piange sangue a Massafra, in provincia di Taranto, sta facendo il giro dell'Italia. Il presunto miracolo che ha coinvolto la statua di gesso della Madonna ha suscitato grande interesse e curiosità. Non si sa ancora se verranno effettuate analisi e indagini per verificare l'autenticità del fenomeno, ma nel frattempo i fedeli si aggrappano alla speranza che possa trattarsi di un segno divino.

Don Michele, il parroco, ha ammesso di essere confuso e di non capire il significato di questo segnale inviato dalla Madonna. Nonostante cerchi di mantenere la calma in città, non può fare a meno di considerare la possibilità di un miracolo. Il fazzoletto utilizzato per asciugare le lacrime della Madonna è stato conservato dal parroco fino a poco tempo fa.

La notizia del presunto miracolo si sta diffondendo rapidamente in tutto il paese e molti fedeli sono pronti a recarsi a Massafra per vedere con i propri occhi questo fenomeno straordinario. Tuttavia, è importante sottolineare che al momento non ci sono conferme ufficiali e che potrebbe essere necessario attendere ulteriori indagini e analisi per avere una chiara comprensione di ciò che è accaduto.

Il presunto miracolo della Madonna che piange sangue a Massafra ha suscitato grande interesse e discussione nella comunità del comune pugliese. La testimonianza della donna che afferma di aver visto le lacrime sgorgare dagli occhi della statua è toccante e ha suscitato sia diffidenza che speranza nei fedeli.

"La fede è credere in ciò che non si vede; la ricompensa di questa fede è vedere ciò in cui si crede", affermava Sant'Agostino. E oggi, a Massafra, sembra che la fede dei fedeli sia stata messa alla prova. La Madonna che piange sangue ha scosso la comunità del comune pugliese, suscitando sia diffidenza che speranza. Mentre alcuni si chiedono se si tratti di un vero miracolo, altri sono pronti a giurare che presto arriveranno pellegrini da tutta Italia.

Lascia un commento